“Libreria ma non solo”, Slow Food Soverato e Libreria Giunti al Punto.

Sabato 22 maggio, di pomeriggio, la libreria “Giunti al punto” di Montepaone (presso il centro commerciale Le Vele) si è animata con la voce dei bambini, invitati a leggere i libri loro dedicati ma anche coinvolti in minilaboratori, promossi dalla responsabile Patrizia Destito.

Tra gli scaffali della Libreria è stato allestito un tavolo in collaborazione con Slow Food, che ha messo insieme un gruppo di ragazzi coinvolti sul tema della sana alimentazione partendo dal pane e “dintorni”.

L’Italia è diventato il paese europeo a più alta incidenza di sovrappeso/obesità nella popolazione infantile. Una delle cause di questo preoccupante primato è il largo uso di snacks nell’alimentazione quotidiana che sono andati progressivamente a sostituire – com’è nella tradizione mediterranea – il pane e la frutta soprattutto a colazione e a merenda. Nell’incontro, dopo una premessa sull’impegno di slow food per la campagna di sensibilizzazione delle nuove generazioni, la fiduciaria Marisa Gigliotti, accompagnata dalla socia Francesca Salatino, ha parlato di pane (anzi di pani), partendo dal chicco e concludendo con la cottura al forno.

Dopo la presentazione del libro “FAME DI PANE” della collana “Per mangiarti meglio” di slow food editore, è stato svolto un piccolo esperimento con la degustazione di campioni di pane, analizzati attivando i i sensi: la vista, il tatto, l’olfatto, il gusto ed anche l’udito.

I bambini coinvolti, si sono soffermati sulle caratteristiche dei campioni, compilando le schede e procedendo con gli assaggi comparati che ha lasciato senz’altro in  loro un nuovo approccio al cibo, gioioso ma anche meno banale  e più consapevole. I pani assaggiati erano a lievitazione naturale e sono stati apprezzati dai piccoli degustatori.

 

IMG_1051 

 IMG_1059

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *