LA NOSTRA GITA NELLA PIANA- 7 marzo 2010 a Candidoni e San Giorgio Morgeto (RC).

 E’ stata senz’altro una bellissima esperienza, una visita davvero interessante quella organizzata dalla socia Maria Laganà; ci ha aperto una finestra su di un territorio molto bello ed anche produttivo.

La giornata si è svolta inizialmente presso la “Fattoria della piana”, una bella  realtà produttiva fatta da una cooperativa di allevatori, che consolidando le sue antiche origini è oggi un fiore all’occhiello della produzione lattiero caseario della Calabria. Accompagnati dalla guida abbiamo visitato le stalle, il caseificio (producono formaggi caprini, provole, ricotte, caciocavallo, mozzarelle, utilizzando il caglio); inoltre abbiamo visto la centrale di biogas che trasforma gli scarti di lavorazione, riuscendo a soddisfare il fabbisogno di energia elettrica dell’azienda. Quest’ultimo è un impianto tecnologico che consente alla Fattoria di essere energeticamente autonoma e totalmente ecosostenibile, con una potenza elettrica di 625 kW, è la più grande centrale agroenergetica del Centro e Sud Italia. Il letame e il liquame provenienti dalle stalle, unitamente al siero che rimane come residuo dalle lavorazioni del caseificio, vengono raccolti in due fermentatori, all’interno dei quali, grazie alla tecnologia di miscelazione e riscaldamento, avviene un processo di fermentazione anaerobica che produce biogas, un gas biologico che contiene una percentuale del 55% di metano.

Abbiamo poi degustato un ottimo pranzo preparato dalla cuoca, tutto a base di prodotti dell’azienda: formaggi, salumi, verdure, frittelle varie, “maccarruni” con sugo di agnello; agnello alla genovese e grigliata di carne mista; ci è stato preparato un bel dolce che abbiamo accompagnato al liquore preparato dalla socia Lucia Vaccaro.

Nel primo pomeriggio, abbiamo visitato anche due piccoli laboratori artigianali a San Giorgio Morgeto: quello di  “Antica Natura” che produce ancora biscotti di antica tradizione tra cui le “nacatule” e l’altro che lavora il legno per la produzione di cesti. Durante la visita, Aldo Mammoliti, l’artigiano dei cesti, ha realizzato in diretta un paniere, svelando il segreto della lavorazione con le fasce di legname di castagno e trasmettendo tutta la sua passione per un mestiere antico che spesso non si apprezza, vista la presenza sul mercato di tanti altri prodotti di bassa qualità.

Di seguito alcune foto della giornata.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *