Prima Assemblea Nazionale delle Condotte di Slow Food Italia

Si è tenuta a Fiumicino nei giorni 21-22 Marzo 2009 la prima Assemblea Nazionale delle Condotte SlowFood Italia, alla quale la nostra condotta ha partecipato con 4 delegati (la fiduciaria Marisa Gigliotti, i soci Maria Laganà, Ernesto Gualtieri e Luigi Tropeano).

I lavori dell’Assemblea (svoltasi nella suggestiva location “Corte di Arenaro” sulla Via Aurelia in Torrinpietra di Fiumicino) si sono aperti con l’intervento di Roberto Burdese, presidente di SlowFood Italia, il quale ha ribadito l’importanza dell’incontro alla luce della “rivoluzione” che interesserà l’associazione a partire dall’anno prossimo, per come indicato nel documento da sottoporre al congresso nazionale che si terrà nel 2010; Burdese ha ribadito quali siano i principi informatori della nostra associazione (buono-pulito-giusto), precisando che è ormai tempo che, a differenza di quanto accadeva qualche anno fa, il pulito ed il giusto si avvicinino sempre più al buono e non viceversa, quindi restando gli obiettivi primari. Burdese ha esortato tutti i soci slowfood a restare sempre “verticali” rispetto al territorio, ossia piantati con le radici nelle nostre tradizioni locali, che devono essere salvaguardate e protette. Sono seguiti vari interventi dei delegati di varie condotte di tutta Italia; tra questi la nostra fiduciaria Marisa Gigliotti ha illustrato al folto pubblico presente quali sono state e quali saranno le attività del nostro convivium sul territorio, soffermandosi sui progetti realizzati e su quelli in cantiere, mettendo in luce che la nostra condotta è già ampiamente in carreggiata rispetto agli obiettivi che l’associazione si è proposta di realizzare nei prossimi anni, riscuotendo (come al solito) un grande plauso da parte della presidenza e della direzione nazionale. La mattinata si è conclusa con l’intervento di Carlo Petrini, Presidente di SlowFood Internazionale, che si è congratulato con tutti i presenti (numerosi veramente) per il lavoro che quotidianamente svolgono nelle realtà su cui insistono le condotte, ribadendo il carattere puramente gioioso (ma seriamente impegnato) della nostra associazione, nata come semplice movimento e sviluppatasi in qualcosa di molto più solido ed importante. Breve pausa pranzo con degustazioni di specialità locali delle campagne romane; di pomeriggio i lavori sono ripresi con altri interventi di delegati. In serata ci è stata offerta una gustosa cena (a base di prodotti locali) allietata dalle musiche di Ambrogio Sparagna (celebre musicista ed etnomusicologo, già Maestro Concertatore del Festival della Notte della Taranta di Melpignano), che ha coinvolto i numerosi presenti in danze e balli a suon di tarantelle; inoltre sono intervenute anche delle signore provenienti da un vicino paese, che ci hanno proposto dei canti tipici locali.

I lavori sono ripresi nella mattinata del 22, con interventi di vari delegati, per chiudersi con la relazione finale ed i saluti di Roberto Burdese; inoltre è stato approvato dai presenti un documento contenente un appello al Governo Italiano affinchè il rilancio dell’economia italiana abbia come fulcro nuove politiche alimentari, affermando il principio per cui non è con la cieca crescita dei consumi o della produzione che si esce dalla crisi, bensì con una gestione più attenta, umana e sostenibile delle straordinarie risorse naturali ed agricole del nostro Paese. 

   

 

 

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *