Terra Madre Day 2017 iniziamo con “Voler bene alla terra, tra castagneti e tradizione” (Serrastretta, 1 dicembre)

Una giornata curata dalla Comunità di Terra Madre “Produttori di castagne e pastille di Serrastretta”, con il seguente programma:
Raduno a c.da Viterale di Serrastretta, visita ai castagneti; ore 9:00 passeggiata didattica nei castagneti a cura di Maria Antonietta Mascaro (referente Coop. Monti del Reventino e Coldiretti Donna Impresa Interprovinciale CZ-VV-KR), ore 9.30 lavorazione tradizionale delle pastille (zucculiare) a cura di Angelo Aiello – referente della Comunità di Terra Madre “Produttori di castagne e pastille di Serrastretta”, ore 10.00 visita al laboratorio di scelta e trasformazione a cura di Angela Aiello (castanicoltrice), ore 10.30 rientro in sede scolastica.

Ancora una volta quest’anno si ripete il tradizionale appuntamento de “u zucculiiare”, grazie all’impegno dei piccoli castanicoltori; questa attività è ormai praticata da pochissimi nella tradizionale lavorazione delle pastille, è occasione di una visita didattica rivolta alle giovani generazioni perché il patrimonio non venga disperso.

Tradizionalità, biodiversità e arte contadina, i temi dell’evento, grazie all’unione di più forze: la nostra condotta Slow Food Versante Jonico, Coldiretti donna Impresa e Fondazione Campagna Amica, le scuole (Liceo Costanzo di Decollatura e Istituto comprensivo di Serrastretta), i produttori di castagne e pastille. La sinergia tra queste forze sul territorio porta alla creazione di questo evento/impegno che mira alla riscoperta della castanicoltura in chiave multifunzionale riconoscendole il ruolo di sostenibilità economica, sociale e ambientale nelle aree rurali. Essa può creare nuove opportunità di sviluppo e può avere un ruolo strategico per la crescita di territori a rischio di marginalità.

La nostra condotta ha stretto da tempo un gemellaggio con la condotta Monregalese per scambiare esperienze e criticità di questo comparto che può ritornare strategico per le comunità dell’Appennino, attraverso anche la partecipazione all’Assise degli Stati generali delle comunità dell’Appennino che si terrà 1,2 e 3 dicembre sui Monti Lepini approfondendo gli scambi con le realtà castanicole delle altre regioni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *