A Serrastretta il nostro primo evento terra madre day 2016


Come programmato sabato 3 dicembre e’ stata festeggiata terra madre a Serrastretta c.da Viterale durante la manifestazione curata dalla comunità del cibo dei produttori di castagne e pastille di Serrastretta della condotta slow food Soverato versante jonico. Tante le adesioni:c’erano studenti e docenti dell istituto Costanzo di Decollatura, agronomi e ricercatori del Crea, socie della sezione fidapa di Soverato. Con le precisazioni di Vincenzina Scalzo che ha posto all’ attenzione dei partecipanti il valore della rete di gemellaggio tra i custodi dei castagneti dell Appennino d Italia ,si sono date le informazioni giuste sullo stato dei castagneti che abbiamo potuto ammirare in tutta la loro maestosa bellezza. La passeggiata è stata guidata da Angelo Aiello referente della Comunità di terra madre .La faggeta ha accolto o partecipanti con il suo paesaggio mozzafiato e con la magia del masso roccioso della pietra dei Margari che e’ stata abbracciata per prendere energia.. Alla pastillara Angela Aiello e la sua famiglia ha accolto il gruppo per assistere alla lavorazione tradizionale delle pastille che chiude il ciclo della cottura di 40 giorni. Le castagne sono della varietà lucente, di piccola pezzatura con particolari caratteristiche organolettiche che le rendono ottime per le preparazioni in cucina con le farine e le pastille. In perfetto rispetto della natura si stanno già conservando nel magazzino le bucce della lavorazione di quest’anno che diventeranno il combustibile biologico per la cottura delle castagne e ottenere le pastille nel 2017. Grande soddisfazione per il risultato raggiunto quest’ anno nella raccolta delle castagne, primo timido miglioramento dopo questi anni segnati dalla devastazione a causa del cinipide. “Ama la terra ” la frase assunta a simbolo di questo terra madre day del 2016 in questo territorio non e’ uno slogan ma stile di vita ed un modo di prendersi cura della terra nelle azioni quotidiane e nel mantenimento delle lavorazioni tradizionali. Sotto la tettoia della pastillara si è festeggiato con l assaggio delle grispelle accompagnate da un buon bicchiere di vino offerti da Marco Molinaro del vicino agriturismo e turre dove poi ci si è ritrovati a tavola per il.pranzo. Un menu di tutto rispetto curato da Marco con portate a base di legumi, patate e castagne con le immancabili crocchette di patate della signora Pina. Interessante la riproposizione del tradizionale baccalà de u zucculiiare,tipico piatto che veniva consumato nel giorno della lavorazione delle pastille , chiamato così per l uso antico degli zoccoli per la sbucciatura delle castagne. Al primo piano dell agriturismo in una saletta era stata allestita la mostra dei disegni degli alunni delle scuole di Serrastretta allestita con la collaborazione con Adriano Lucia deĺl’associazione T.Mazzei di Angoli. Il pranzo si è concluso con un momento culturale di grande spessore ed emozione programmato dall ‘associazione Dalidà. L’artista Carol Lauro presentata da Maria Antonietta Mascaro ci ha intrattenuto con alcuni brani del suo album “Carol canta Dalidà ” ma sopratutto ha fatto rivivere la passione e la versatilità di questa grande artista le cui origini sono Serrastrettesi .Ed al museo Dalidà con l incontro con il sindaco Felice Molinaro , con il presidente Franco Fazio ed i soci dell associazione Dalidà si è conclusa la giornata di terra madre day con le note di Ciao amore Ciao cantata da Carol Lauro. (Marisa Gigliotti referente.Slow Food Calabriadel progetto statigenerali delle comunità dell’Appennino).

 

20161203_104139_resized 20161203_131631_resized 20161203_175512_resized 20161203_105019_resized_1 20161203_161217_resized 20161203_175840_resized_1 20161203_175040_resized 20161203_112659_resized 20161203_110911_resized 20161203_160003_resized 20161203_121529_resized 20161203_102758_resized_1 20161203_120521_resized

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *