Com’è andata la nostra assemblea annuale…

Ci siamo ritrovati a Soverato, nei locali del Ristorante “La Perla”, ospitati da Benito e Daniela, per l’annuale Assemblea sociale della nostra Condotta, con la partecipazione di numerosi soci ed amici, con i quali ci siamo confrontati su tantissimi temi.

Dopo aver esaminato gli aspetti burocratici della gestione della condotta (approvazione bilancio, ratifica comitato, elezione dei delegati per la prossima Assemblea Regionale che si terrà ad Aprile), ci siamo addentrati nella programmazione delle prossime attività, scambiandoci idee e riflessioni. E’ stato sicuramente un momento di crescita della nostra Condotta!

Stiamo accompagnando la nascita di una nuova Comunità del Cibo per la produzione, trasformazione e distribuzione delle leguminose dell’area del Reventino, grazie alla fattiva collaborazione sul territorio da parte di Maria Antonietta Mascaro e Vincenzina Scalzo; un’altra Comunità di Territorio sta nascendo a Badolato, focalizzata sulla promozione delle ricchezze enogastronomiche e le bellezze artistico culturali del territorio, valorizzando ad esempio delle strutture tipiche quali i “cocipana” ed i “catoi”.

Inoltre, nel corso della partecipata assemblea, sono stati illustrati i motivi per cui SF ha aderito alla Campagna per il “si” al prossimo referendum del 17 aprile sulle trivellazioni; in particolare sono intervenuti il fiduciario ed Arturo Bova – nostro socio, oltre che Consigliere Regionale e delegato della Regione Calabria al Comitato per il Referendum – invitando tutti i soci a partecipare alle prossime iniziative che verranno organizzate dalla Condotta e dal Comitato per il Referendum sul territorio, divulgando le buone ragioni per partecipare e votare SI.

Per il direttivo, oltre a Luigi Tropeano e Marisa Gigliotti, sono intervenuti anche Piero Martelli che ha portato la sua testimonianza sull’organizzazione della 13° assise della nocciola (svoltasi a Torre di Ruggero), Domenico Cosentino che ha focalizzato l’attenzione sull’importanza della rete tra i piccoli produttori al fine di superare le difficoltà che insorgono in un territorio difficile come il nostro.

Sono intervenuti anche Silvia Vono, proponendo di organizzare più progetti nelle scuole di Soverato in particolare sui temi dell’ambiente e dei prodotti del territorio, Gennaro Convertini, che ha illustrato il corso FIS sui vini calabresi per scoprire la storia dei vitigni e le tecniche di degustazione, Claudia Gigliotti nutrizionista che ci ha illustrato le proprietà e qualità dell’olio e delle farine.

Infine sono intervenute le Donne di Canolo (RC) che hanno parlato della loro storia e della tradizione del “pane di jurmano”, con il recupero del grano antico e della farina di segale; insieme abbiamo programmato una visita a Canolo nel mese di aprile (per i dettagli, prossimamente…).

La piacevolissima serata si è conclusa con la degustazione della merenda preparata con pane casareccio (farina senatore cappelli), freselle e pane jurmano, conditi con olio extravergine; il tutto offerto dai soci Gianni Sgrò, dalle Donne di Canolo e dagli amici produttori Migliarese, Frisina, Pugliese e Buttiglieri.

Di seguito qualche scatto fotografico…

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *