Cena degli auguri e concorso gastronomico 2014

Il 13 dicembre abbiamo svolto il nostro tradizionale concorso gastronomico.

Si sono cimentate le socie Katia Maruca, Pina Polerà, Maria Vittoria Reverso e Maria Antonietta Mascaro per gli gnocchi,  Annamaria Cucci, Teresa Reale e Vittoria per i maccarruni; i nostri amici giurati Vincenzina Scalzo, Pietro Melia,  Nino Convertini, Francesco Angotti, Pino Giordano hanno seguito attentamente le fasi di preparazione, proclamando vincitrici Katia Maruca per gli gnocchi (tra gli ingredienti la farina senza glutine e le patate a pasta rossa di Decollatura) e Teresa Reale per i Maccarruni (tra gli ingredienti la farina della comunità del grano di Aspromonte).

A tavola tante belle sorprese: i piatti preparati dallo chef Benito del ristorante La Perla hanno accompagnato nel menù la degustazione dei maccarruni e degli gnocchi alla cui preparazione hanno contribuito anche altri soci della condotta, nello spirito di convivialità ed affiatamento che da sempre ci contraddistingue; i vini della fattoria San Francesco e di Librandi hanno accompagnato le prelibatezze che abbiamo gustato.

Tra le delizie,  a fine cena: il formaggio delle forme di Petramala, prodotto da Maria Procopio dell’azienda Santanna, affinato nelle grotte di Cleto e degustato con il miele di Amaroni dell’Azienda Bova. I dolci innovativi  tutti preparati dai giovani hanno reso omaggio ai due prodotti delle comunità di Terra madre sui cui si sta impegnando tutta la condotta: la nocciola di Calabria e le castagne e pastille di Serrastretta. In particolare sono stati presentati: la pralina lucente con la farina di castagne da Marco Molinaro, le palline e mezzelune di nocciola da Jole Tropeano ed Ilaria Faga; tozzetti, baci e pasticcini secchi con la nocciola di Calabria preparati da Graziella di Cardinale.

Insieme ai nuovi dolci dei giovani non potevano mancare la tradizionale pignolata con il miele di Amaroni e la cupeta di Montepaone. Il tutto accompagnato dal passito stretto di Criserà .

I piccoli produttori delle castagne di Serrastretta e del consorzio del Reventino hanno potuto far conoscere le loro produzioni, presentandole nelle ceste allestite appositamente con castagne secche, rusarelle, turduni, farina, conserve, noci.

Una piacevolissima serata all’insegna del buono, pulito e giusto.

Di seguito qualche ricordo fotografico.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *