IL GIOCO DEL PIACERE…SULL’OLIO

L’ultima edizione del Gioco del Piacere del 13 giugno ha visto coinvolte 1052 persone in 40 condotte sparse in tutta Italia. La condotta Slow Food Soverato versante Jonico, unica in Calabria, ha organizzato presso il ristorante Russomanno a Satriano Marina, la degustazione di quattro oli, di diverse regioni italiane, presenti nell’ultima edizione della Guida agli Extravergini 2013. Ha introdotto la serata l’esperto docente del master of food Pino Giordano, sempre disponibile ad accompagnare i soci nei momenti conviviali e formativi. La sua esperienza ha consentito a tutti (compreso quattro ospiti turisti americani) di poter apprezzare le differenze attraverso una vera e propria degustazione di quattro eccellenze italiane con l’intento di assaggiare e valutare gli oli extravergini sulla base esclusiva della piacevolezza e di avvicinare il consumatore al mondo dell’olio extravergine di oliva, il tutto come sempre nello spirito della convivialità

La degustazione è avvenuta alla cieca ovvero ai commensali è stato servito l’olio da una bottiglia coperta. Questa la classifica finale a conclusione della degustazione:

1° classificato: Olio Extravergine di Oliva Dop Colline Pontine Monovarietale Itrana Biologico dell’azienda Orsini di Priverno (Lt)

2° classificato: Olio Extravergine di Oliva Dop Terra di Bari Bitonto Tenuta Torre di Mossa dell’azienda De Carlo di Bitritto (Ba)

3° classificato: Olio Extravergine di Oliva Dop Colline Teatine da Agricoltura Biologica del Trappeto di Caprafico di Casoli (Ch)

4° classificato: Olio Extravergine di Oliva da Agricoltura Biologica del Frantoio Figoli di Corigliano Calabro (Cs)

Interessante  la cena che ha concluso la serata, resa possibile dalla sensibilità dei proprietari e dallo chef che hanno condiviso lo spirito slow food, proponendo piatti semplici: alici nelle versione con la scamorza affumicata e nella versione con la scorza di limone e bergamotto, spaghetti al finocchietto selvatico e granella di nocciola di Calabria, spatola al pane profumato con scorza di limone. Un menù all’insegna  del  rispetto dei principi contro lo spreco alimentare , con prodotti di stagione e con il riutilizzo degli avanzi, come le bucce di patata proposte in frittelle ed aromatizzate con la paprika.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *