Aggiornamenti dall’Orto in condotta di Santa Caterina dello Jonio.

Santa Caterina dello Jonio, Orto in condotta a scuola: il raccolto ed il mercatino.

L’anno scolastico è finito ma i ragazzi della scuola elementare e media di S. Caterina Jonio  sono ancora presenti. Si ma nell’orto scolastico, l’orto voluto dalla condotta slow food Soverato Versante Jonico e dalla comunità che insieme agli alunni conta sull’impegno della referente Caterina Leto,del  nonno ortolano Gianni Aversa, delle mamme sempre presenti.

la produzione rigogliosa di pomodori, cetrioli, peperoni, melanzane, zucche, basilico, fagioli, sedano ed altro ancora, è stata l’occasione per una raccolta e per un  mercatino condotto dagli alunni della v^ elementare  e della Prima Media, che hanno curato l’orto durante l’anno.

Hanno imparato tanto in questi mesi i ragazzi Hanno imparato a coltivare  con metodi biologici apprezzando l’effetto degli acari antagonisti messi in campo su suggerimento dell’esperto dr.Franco Santopolo, Ma hanno anche imparato a capire il valore dei prodotti  e la bontà degli ortaggi . Le tre varietà di pomodori piantati , il Sammarzano, il Belmonte ed il pomodoro nero,hanno fatto capire quanta sia importante difendere la diversità . Il pomodoro nero, chiamato così per il colore scuro e  presente da tempo nel territorio, sarà oggetto di ulteriore approfondimento, al fine di difenderne le sementi garantire la riproduzione.

I ragazzi molto ingegnosi, erano provvisti di regolare bilancia, cassette di cartone , buste degradabili ed hanno anche realizzato un’ originale cassa sempre in cartone, con il riciclo di vecchie scatole, molto colorata, dotata di cassettini con scomparti per i soldi spiccioli e di un interessante vano per il rilascio di uno scontrino. Insomma hanno capito che le cose si devono fare per bene. I risparmi di questa raccolta, come lo scorso anno, saranno custoditi dall’alunna  cassiera e serviranno per le piccole spese che si dovranno affrontare per il mantenimento dell’orto .

Durante la mattinata ha fatto visita all’orto il sindaco Pino Leto, che si è complimentato per  queste azioni educative ed ha accolto la richiesta di sistemare una recinzione lungo i lati delle aiuole coltivate, in modo da consentire per il prossimo anno scolastico agli alunni delle scuola, compreso quelli dell’infanzia, di potere godere dello spazio centrale per i giochi e la ricreazione.

Si prevedono ancora altri momenti di cura dell’orto durante l’estate, con il paziente lavoro di volontariato del nonno ortolano, che di volta in volta riesce coinvolgere gli alunni a gruppi per le piccole operazioni di coltivazione e di raccolta, con il rispetto dei ritmi della terra  che non va in vacanza.

DSCN3003 DSCN3018 DSCN3035

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *