COME ABBIAMO CELEBRATO IL TERRA MADRE DAY 2011.

Abbiamo anche noi celebrato il Terra Madre Day, organizzando tanti eventi sparsi nel territorio.

In particolare, l’8 dicembre, ci siamo ritrovati a Soverato, insieme ai giovani dell’Associazione Imprinting a presentare i nostri progetti Slow Food e Terra Madre diffondendo materiale informativo agli amministratori comunali e ai cittadini interessati. Ci siamo ritrovati sui temi della mobilità, dei rifiuti e del rispetto dell’ambiente. E’ stata senz’altro una bellissima giornata, caratterizzata dal vivace e proficuo scambio di conoscenze oltre che dalla promozione al pubblico della mission slow food.

Una bella serata poi è stata quella del 9 dicembre a Serrastretta, all’insegna di Terra Madre, trascorsa davanti al caminetto acceso… Il luogo simbolo scelto è stata la cucina della casa museo Dalidà, dove il grande camino non era acceso da decenni. Angelo Aiello e Franco Fazio ci hanno accolti insieme ai soci dell’associazione Dalida’. Intorno al fuoco mentre si cuocevano le patate in una grande pentola, abbiamo avviato una bella conversazione sull’esperienza della comunità del cibo “castagne e pastille di Serrastretta” sempre attiva nonostante l’annata critica del raccolto. Abbiamo seminato anche altri progetti per un migliore radicamento di Slow food nel territorio del Reventino, un territorio fertile e generoso di prodotti  ma soprattutto di energie umane. La serata si è conclusa nella sede operativa dell’associazione Dalidà a contrada Serre nei locali dell’ex scuola concessa dal comune. Una bella tavolata , preparata dei soci con i legumi, i formaggi, la soppressata, il capicollo ed una gradita sorpresa:” i spicùni” (le pannocchie di mais, coltivate a Viterale, congelate fresche  ed intere e poi bollite per l’occasione), il tutto accompagnato da un bicchiere di buon vino. Il giorno successivo abbiamo portato i saluti ad Angela Aiello, che ci ha ricevuto nel suo laboratorio a conduzione familiare, dove lei ed i suoi familiari stavano preparando le collane (fatte di castagne infornate) e le rusarelle (il nuovo prodotto delle pastille cotte a vapore).

E non è finita qui.

Sabato 10 dicembre, a Soverato presso la Scuola San Domenico Savio, si è svolto “IL MIELE A COLAZIONE”, con il coordinamento della socia Daniela Mancini. E’ stato presentato il Terra Madre Day ed i vari progetti, durante la ricreazione i ragazzi della scuola primaria hanno fatto una degustazione di miele. Questo momento permetterà di implementare e integrare il programma scolastico sull’alimentazione.

Ancora sabato 10 dicembre a Borgo Piazza, le donne della Comunità di Terra Madre “Donne in cammino” si sono ritrovate per festeggiare Terra Madre day sul tema Il Profumo della Memoria, un laboratorio sensoriale durante il quale sono stati illustrati i cibi cucinati dai partecipanti all’evento in nome della loro tradizione familiare, che gli ricordi proprio il profumo di un legame! Come lo scorso anno abbiamo  registrato questi preziosi ricordi nel nostro GRANAIO DELLA MEMORIA locale. Hanno collaborato: Condotta Slow Food Soverato Versante Jonico (promotrice), Comunità delle Donne In Cammino (promotrice), Fondazione Paolo Ponterio, Associazione “Amnesty International”,Gruppo n° 216 di Catanzaro, Associazione Santo Stefano di Catanzaro. Abbiamo incominciato a ragionare sul nuovo progetto: il baratto, una nuova forma di aggregazione e di scambio all’insegna del dono e delle relazioni interpersonali. Contiamo di fare il primo mercatino a febbraio 2012.

Sempre sabato 10 dicembre, nelle case dei soci, “Ceniamo insieme?” è stato il motto delle nostre cene per celebrare il Terra Madre Day, preparando pietanze con prodotti locali di stagione, acquistati direttamente dai piccoli produttori.

Infine martedì 13 dicembre, con la nostra consueta cena di auguri, abbiamo concluso gli eventi di Terra Madre Day, proponendo ai nostri soci pietanze a base di zuppe e legumi di stagione. Presso il ristorante La Roella di Davoli Marina ci siamo dati gli auguri di Natale, cenando secondo un menù di Santa Lucia: nella tradizione, in questo giorno, erano infatti banditi il consumo di pasta, pane e farinacei in genere. Abbiamo messo a confronto le zuppe di mare e di montagna, sottoponendoli a votazione dei soci presenti. Durante la serata abbiamo proiettato il video-messaggio di Carlo Petrini sul Terra Madre Day, spiegando a tutti i soci l’importanza dei progetti della rete Terra Madre, tra cui quello dell’adozione degli orti in Africa. Alcuni  piatti sono stati poi offerti alla Casa delle Suore Gerardine di Soverato Superiore.

De seguito pubblichiamo qualche foto di tutte questi eventi.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *