DOMENICA 6 NOVEMBRE CELEBRIAMO L’UNITA’ D’ITALIA DIFENDENDO LE CASTAGNE ED I BOSCHI.

Domenica 6 Novembre a Serrastretta, abbiamo organizzato un’uscita per celebrare l’Unità d’Italia in chiave gastronomica; nell’ambito del “Giro d’Italia GiovinBacco” (una manifestazione a livello nazionale che vede coinvolte 20 osterie della guida Slow Food che propongono l’abbinamento di un piatto tradizionale a un vino Sangiovese di Romagna).

Partecipa il Ristorante “Il vecchio castagno” di Delfino Maruca che  dopo la bella esperienza al Cheese di Bra con la cena al ristorante dell’Agenzia di Pollenzo, continua nel suo impegno di testimone della cucina calabrese, nel suo locale insignito anche quest’anno con La chiocciolina di Osterie d’Italia 2012 (ed. Slow Food).

Il senso di questa giornata: l’appuntamento serve soprattutto a riflettere sulle condizioni dei castagni, ammalati per colpa del  cinipide, un insetto che sta distruggendo i frutti; l’appello che vogliamo lanciare come condotta Slow Food è quello di impegnarci tutti perché quei piccoli proprietari che coraggiosamente ancora abitano in quei territori emarginati continuino ad essere lì con la loro presenza fisica, senza
abbandonare le loro terre, i boschi. Dobbiamo diffondere il messaggio che gli effetti di questo insetto possono essere combattuti e che sono attaccati i frutti e non le piante. Ecco perché bisogna continuare nella cura dei castagneti, Arriveranno nuove stagioni con più frutti. Solo presidiando il territorio, prendendosi cura dei castagneti, possiamo nutrire una speranza per il futuro. E noi vogliamo essere vicini alla comunità del cibo Castagne e pastille di Serrastretta.

IL PIATTO CHE ABBINIAMO AL SANGIOVESE è “LE RUSARELLE”. In un giorno in cui si celebra l’Unità d’Italia in tutte le regioni nelle  Osterie d’Italia di Slow food, accomunate dal vino Sangionvese, vogliamo rimarcare la nostra scelta di partecipare come condotta Slow food Soverato Versante Jonico, proponendo un abbinamento insolito: le Rusarelle, ovvero le pastille essiccate nei metati tradizionali (le caselle in pietra) con le tecniche della tradizione di Serrastretta e riproposte in maniera innovativa come dessert dopo una cottura a vapore.

Programma: ore 9.30 partenza con le proprie auto dal Piazzale della Ragioneria di Soverato; ore 10.30 arrivo a Serrastretta e visita al bosco ed ai castagneti; ore 13.00 pranzo al ristorante “Il vecchio castagno” di Delfino Maruca, con piatti a base di prodotti locali, con un menù del territorio a prezzi modici per i soci. Vi parteciperanno anche amministratori locali dei Paesi del Reventino, sensibilizzati anche loro sulle tematiche della difesa del territorio e della montagna. Rientro di pomeriggio, con possibile visita in una cantina del Lametino per la festa del novello. Prenotazioni: entro e non oltre il 2 novembre, con mail o telefonata ai recapiti della condotta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *